Come riciclare dei libri rovinati. Da librottino a quadrettino

Buttare via un libro? Sacrilegio! E non é una questione economica.

L’ARTICOLO CONTIENE LINK DI AFFILIAZIONE, CIÒ SIGNIFICA CHE POTRÒ RICEVERE UNA COMMISSIONE SE CLICCHI SU UN LINK E ACQUISTI QUALCOSA CHE HO RACCOMANDATO.  GRAZIE PER IL SUPPORTO!

Non solo, per lo meno. Che il libro costi 3.50 o 18.00 euro l’idea di mandarlo al macero, per me, è “omicidio”. Ebbene, sì, trattasi di omicidio!

Sono una lettrice tardiva come ho già avuto modo di raccontare. Ho imparato ad amare i libri e ad averne sacro rispetto superati i quindici anni.

Un tempo trovavo la letteratura estremamente noiosa. Poi un giorno, il libro giusto mi si é parato davanti invitandomi ad entrare nel suo mondo.

Al pari di Alice, quella del paese delle Meraviglie, con il Bianconiglio, ho deciso di seguire la protagonista del libro appassionandomi alla sua avventura. Arrivata all’ultima pagina mi sono sentita “orfana” e mi é presa la nostalgia. L’unico modo per “guarire”, i lettori lo sanno, è partire per un altro viaggio. Questa volta volevo che il viaggio fosse lungo e per questo ho scelto un libro con tante, tante pagine. Mi ha tenuto compagnia per tutta l’estate.

Schermata 2018-02-27 alle 17.29.11
un tenero e confortevole nook per bambine

Ho cercato di trasmettere questo amore per la lettura ai miei figli iniziando con la creazione di un nook, ovvero un angolo dedicato.

Un momento da trascorrere insieme per rilassarsi e riposarsi alla fine della giornata. L’esperimento non ha avuto il successo sperato e il momento della lettura è stato presto abbandonato…

Non ho molla però, eh no! Ci ho riprovato con la lettura della classica fiaba per farli addormentare. Per un certo tempo sembravano essersi appassionati al racconto, ma dopo povo anche questo incontro è finito nel dimenticatoio. Mi arrendo? No, ci riproverò, magari più in là… A volte sono i libri che devono trovare noi e non viceversa…

Per fortuna a scuola dedicano molto tempo a questa attività facendo portare un libro da casa da leggere con mamma e papà.

Mi sto dilungando. Tutto é iniziato con la sacralità dell’oggetto e della sua incapacità di gettarlo via. É per questo che ho deciso di recuperare un libro dei bambini per dargli una seconda opportunità.

Il librottino, “Gli Aristogatti”, era ormai ridotto a brandelli ma l’ho voluto salvare trasformandolo in un piccolo quadretto per decorare la loro cameretta.

Andiamo a vedere come ho fatto.

Materiali occorrenti: 

le pagine di un libretto riciclate per creare un quadretto
il librottino degli Aristogatti trasformato in quadretto

Materiale occorrente

  • pagine di librottino o qualsiasi altro libro
  • cartoncino
  • scotch di carta
  • washi-tape
  • spago

bty

I librottini (ed. Disney libri)

“I librottini”  della collana edita da Disney Libri costano 3 euro circa l’uno, sono maneggevoli e hanno il giusto numero di pagine per non annoiare i più piccoli.

Il librottino di Spider-Man  ormai mio figlio lo conosce a memoria. Anch’io. Ecco alcuni titoli con le fiabe più celebri:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Il blog di Clara Margaret

La gioia più grande è quella che non è attesa.

Paolo Sassaroli - E - BOOK

Entra nel mondo delle pseudo favole di Paolo Sassaroli

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Diario di una Zingara

Non puoi iniziare un nuovo capitolo della tua vita se continui a rileggere l'ultimo.

mezzaginestra

Vivo di alzate d'ingegno / e sorrisi di donna.

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

# I Feel Betta

Autobiografia culinaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: