Saponetta #scrub al guscio di noce

Ore 16 e la merendina ai bambini è servita. Come piccoli scoiattoli, i miei figli sono ghiotti di frutta secca, ragion per cui noci e mandorle non mancano mai in dispensa.

Di solito, per comodità, le compro sgusciate. Questa volta però le noci erano tutte belle “corazzate”. Una volta aperte e gustato il gheriglio, i gusci giacevano sconfitti e abbandonati sulla tavola. Quello è stato il momento in cui mi sono chiesta se potessi “salvarli”.

Santo Google mi viene in soccorso. Googolo la domanda ed ecco che – non ne avevo dubbi! – trovo una ricetta per dare un nuovo scopo alla vita di quei gusci: creare un saponetta scrub da utilizzare per un bel peeling su braccia e gambe. E perché non farla diventare, ben impacchettata, una simpatica idea regalo per Natale?

Andiamo a vedere come fare!

creazione saponetta scrub ai gusci di noce
Una saponetta naturale fatta in casa, ideale per lo scrub di gambe e braccia

Materiali occorrenti:

  • 50 gr di gusci di noci
  • 2 saponette neutre
  • 2 pentolini
  • un cucchiaio di legno
  • una forma per le saponette o un contenitore di alluminio

Ho triturato con il Bimby alla massima velocità i gusci di noci fino a ridurli quasi in polvere. Ho poi tagliato una saponetta neutra, anzi, due, e le ho sminuzzate a loro volta. Ho utilizzato due pentolini per il bagnomaria: in un pentolino ho versato il sapone triturato e in quello sotto l’acqua. Con un cucchiaio di legno, aggiungendo a poco a poco dell’acqua, ho atteso che il sapone si sciogliesse. Mentre il composto diventava sempre più liquido ho aggiunto la “granella” di gusci e la polvere di cannella per una profumazione tutta natalizia. Ho continuato ad amalgamare il composto per una buona mezz’ora prima di versarlo in un contenitore di alluminio. Grazie alle rigide temperature invernali ho messo il nuovo sapone a raffreddare fuori in giardino.

Prima di poterlo utilizzare occorrerà aspettare almeno due giorni.

La confezione

Materiale occorrente

  • carta oleata da forno
  • rametto di pino con pigna annessa
  • carta da pacchi
  • spago

Per presentare al meglio il nostro pensiero, tutto quello che ci occorre è… fare una passeggiata nei boschi o al parco alla ricerca dei rametti per abbellire la confezione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Il blog di Clara Margaret

La gioia più grande è quella che non è attesa.

Paolo Sassaroli - E - BOOK

Entra nel mondo delle pseudo favole di Paolo Sassaroli

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Diario di una Zingara

Non puoi iniziare un nuovo capitolo della tua vita se continui a rileggere l'ultimo.

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

A Place For My Head©

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.⚡

# I Feel Betta

Autobiografia culinaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: