Addio al co-sleeping

cosleeping_canterina_2016

Due anni fa ero qui a lamentarmi del co-sleeping, ovvero, dormire tutti-insieme-appassionatamente-nel-lettone-di-mammaepapà. Torno ad affrontare l’argomento perché, salvo qualche eccezione, i bambini adesso si addormentano nel loro lettino.

Insegnare ai  propri figli ad essere indipendenti è uno degli obiettivi che, a mio avviso, noi genitori dovremmo perseguire con estrema tenacia. In questo modo l’autostima dei piccoli, che cresceranno e diventeranno uomini e donne, non rischierà di finire seppellita sotto mille paure, e loro stessi saranno in grado di cavarsela da soli nelle difficoltà che la vita inesorabilmente gli presenterà.

Autonomia è anche imparare a dormire da soli al buio, con tutto il carico di mistero ancestrale che questo porta con sé. Sapersi addormentare da soli  fa parte di quei “mattoncini” che aiutano a formare, e far crescere, l’individuo.

Ma mi manca, il mio pargoletto! Il suo visino sereno mentre dorme, la sua pelle soffice e liscia, le sue manine nelle mie… Se però è vero che i figli devono pian piano staccarsi dalla figura dei genitori, questi ultimi devono fare altrettanto: il rischio è quello di diventare iper-protettivi, assillanti e “appiccicosi” (ed essere mandati a quel paese ancor prima dell’adolescenza, aggiungo).

Per farla breve, l’abbandono del co-sleeping si è rivelato una buona palestra per il futuro per grandi e piccini. Tuttavia, non essendo la signorina Rottermeier, nel weekend, tutti sul lettone a farsi le coccole! 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Il blog di Clara Margaret

La gioia più grande è quella che non è attesa.

Paolo Sassaroli - E - BOOK

Entra nel mondo delle pseudo favole di Paolo Sassaroli

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Diario di una Zingara

Non puoi iniziare un nuovo capitolo della tua vita se continui a rileggere l'ultimo.

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

A Place For My Head©

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.⚡

# I Feel Betta

Autobiografia culinaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: