Sentimentalmente impegnativo

Vorrei proteggervi dal dolore e dalle lacrime.

Vorrei che il vostro animo fosse sempre sereno.

Vorrei che questo tempo spensierato si estendesse all’infinito.

Vorrei che la cattiveria e la malevolenza non vi sfiorassero.

Vorrei che non incontraste mai ostacoli per la via.

baloonsMa non voglio farvi del male,

voglio vedervi crescere forti e sicuri di voi stessi.

E per crescere dovete abbracciare la vita.

Tutta.

Io sono sempre qui per voi,

se avete bisogno di me sapete dove trovarmi.

Essere genitore è un lavoro sentimentalmente impegnativo. Vedendoli crescere e di conseguenza ricercare una loro autonomia, rifletto sempre più sul fatto che loro appartengono solo in parte – e per un periodo limitato – a me e al papà, perché loro appartengono in primis a loro stessi, e un giorno alla vita con il suo cumulo di difficoltà, illusioni ecc… Non è facile, ma è doveroso lasciarli andare, non privarli di alcuna emozione, alcuna. Ripeto, è difficile, è un mantra che devo ripetermi mille volte (“non posso proteggerli dal dolore”) ogni volta che penso a quel che la vita è e sarà. L’errore e il male più grande che potrei fare è essere iperpotrettiva: il peso delle frustrazioni si amplificherebbe a dismisura, lo so bene, e loro non maturerebbero. Ma per adesso…

« Quant’è bella giovinezza,
Che si fugge tuttavia!
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c’è certezza »

L. de’ Medici

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Daniela's Lumirose Castle

Benvenuto nella mia dimora, viandante della rete!

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Zero contenuti, zero calorie, Zero Renato

Il blog di Clara Margaret

La gioia più grande è quella che non è attesa.

Paolo Sassaroli

"E QUELLO CHE CI SUCCEDEVA NON FACEVA QUASI PARTE DI NOI "

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Diario di una Zingara

Non puoi iniziare un nuovo capitolo della tua vita se continui a rileggere l'ultimo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: