Asilo

E mi sembra ieri che, alle tre di notte, nel nido dell’ospedale, impacciatissima, ti cambio il pannolino.

Sei così piccolo, stai quasi in una mano.

E poi arriva il giorno in cui mi dicono che devo “consegnarti” sicura – senza troppi piagnistei – nelle braccia di una sconosciuta.

Lo so, lo so, non sta partendo per il fronte.

Lo so, lo so, molti tuoi coetanei ci vanno già da parecchio, parecchio tempo.

Lo so, è un bene per lui per la sua crescita mentale e sociale.
Lo so, so tutto, ma è pur sempre un distacco, un piccolo trauma per tutti e due…
Da lunedì prossimo il mio piccolo va all’asilo. Da lunedì il mio piccolino mi sembrerà già un po’ più grande.

Annunci

2 Comments

    1. È proprio così! Dovremo accettare la loro crescita e il loro bisogno di indipendenza (ben venga!), ma è vero, una parte di loro resterà per sempre bambina. Va beh, mi sto buttando un po’ troppo avanti con gli anni, meglio godersi il presente! Un abbraccio a te 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Daniela's Lumirose Castle

Benvenuto nella mia dimora, viandante della rete!

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Zero contenuti, zero calorie, Zero Renato

Il blog di Clara Margaret

La gioia più grande è quella che non è attesa.

Paolo Sassaroli

"E QUELLO CHE CI SUCCEDEVA NON FACEVA QUASI PARTE DI NOI "

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Diario di una Zingara

Non puoi iniziare un nuovo capitolo della tua vita se continui a rileggere l'ultimo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: