I telefoni intelligenti

Capita un giorno che io e mio marito, approfittando del sonno del pargolo, decidiamo di andare al ristorante. La cameriera ci mostra il tavolo, ci sediamo e cominciamo a sfogliare il menù. Small talk. Tu cosa prendi ?, Questo deve essere molto buono! , Facciamo una porzione di questo e una di quello?, etc… Small talk, conversazione spicciola, dicevo, ma pur sempre conversazione. Nell’attesa che ci vengano servite le pietanze ci guardiamo intorno e con fare “gossiparo” notiamo un tavolo al quale sono sedute tre persone. Queste tre persone hanno la testa china, sono un po’ ingobbite, non stanno parlando tra di loro. Queste tre persone, da quando si sono sedute al tavolo, salvo leggere il menù, stanno sollazzandosi con il loro smartphone. Non una parola, non uno sguardo. La loro attenzione e il loro tempo è dedicato unicamente a quell’aggeggio tecnologico.

Dopo un po’ arrivano i piatti per questi tre personaggi, delle belle bistecche fumanti che farebbero venire l’acquolina in bocca anche ad un vegano duro e puro, ma loro, invece di cominciare a gustare quelle prelibatezze preferiscono scattargli una foto con il loro mitico smartphone.

Finalmente mangiano. Nel frattempo arrivano anche i nostri piatti e la conversazione sul “quanto e buono” e “dai, assaggia questo” tra me e mio marito prosegue. Certo, osservare e commentare quei tre tipi seduti al tavolo vicino è irresistibile. Ci domandiamo cosa porti un essere umano, per sua natura solitamente socievole, a preferire la compagnia di uno schermo a quella di un suo simile. Non troviamo risposta. O forse una c’è: i telefoni saranno pure “intelligenti”, smart, ma non si può sempre dire lo stesso dei proprietari!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Il vagone delle parole

A tutti gli incontri che cambiano la vita, agli errori di felicità.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Il blog di Clara Margaret

La gioia più grande è quella che non è attesa.

Paolo Sassaroli - E - BOOK

Entra nel mondo delle pseudo favole di Paolo Sassaroli

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Diario di una Zingara

Non puoi iniziare un nuovo capitolo della tua vita se continui a rileggere l'ultimo.

mezzaginestra

Vivo di alzate d'ingegno / e sorrisi di donna.

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

# I Feel Betta

Autobiografia culinaria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: